Torta della nonna


Torta della nonna

I primi giorni di settembre portano sempre un pizzico di malinconia, perché l’estate sta giungendo al termine e persino l’aria ha un profumo diverso. Si ritorna alla vita di sempre e se come oggi il cielo è nuvoloso, cosa c’è di meglio se non quello di preparare un bel dolce?

Un dolce dal sapore semplice e dal nome rassicurante: “La torta della nonna”.

Il suo nome mi riporta al passato e ai sapori di una volta, al gusto delle prime torte che ho assaporato da bambina.

 

 

La torta della nonna è un dolce intramontabile e tradizionale, è davvero un classico della pasticceria italiana.

Una torta perfetta come dessert dopo i pasti e deliziosa con il tè, conquista il palato di tutti per la sua semplicità: un guscio di deliziosa pastafrolla ricoperto di pinoli che racchiude un goloso strato di crema pasticcera.

 

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA 28 CM DI DIAMETRO

Per la pasta frolla:

  • 500 g di farina 00
  • 200 g di zucchero
  • 200 g di burro
  • la scorza grattugiata di 2 limoni/arance
  • 2 bustine di vanillina
  • 2 pizzichi di sale 

Per la crema pasticcera:

  • 500 ml di latte intero
  • 140 g di zucchero
  • 4 tuorli
  • 45 g di amido di mais
  • Scorza di 1 limone

Per decorare:

  • 70 g di pinoli
  • Piccole formine

 

PREPARAZIONE

Crema pasticcera: mettere il latte in un pentolino insieme alla scorza del limone (non grattugiata), scaldare a fiamma moderata.

Separare i tuorli degli albumi metterli nella ciotola della planetaria insieme allo zucchero, montare per circa 2 minuti a media velocità fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere l’amido di mais e continuare a lavorare.

Quando il latte avrà sfiorato il bollore toglierlo dal fuoco, aggiungerlo gradatamente al composto: prima un mestolo per stemperare, e poi pian piano unire tutto il latte.

Trasferire il composto di nuovo nel pentolino e rimettere sul fuoco a fiamma moderata.

Lasciare cuocere la crema per circa 2 minuti, mescolando con una frusta (per evitare la formazione di grumi), quando comincerà ad addensarsi togliere dal fuoco. Trasferire la crema ancora calda in una terrina e coprirla con la pellicola trasparente.

Lasciare raffreddare completamene a temperatura ambiente.

 

Pasta frolla: mettere nella planetaria il burro morbido (ma non sciolto) aggiungere lo zucchero, quindi azionare a velocità (2) per 10 secondi, aggiungere le uova, lavorare ancora per altri 10 secondi sempre a velocità (2), aggiungere poi un pizzico di sale sciolto in pochissima acqua e di seguito la scorza del limone (grattugiata), la farina e la vanillina, facendo amalgamare per bene tutti gli ingredienti sempre alla stessa velocità e per pochissimo tempo. Una volta formata una palla, togliere l’impasto dalla ciotola della planetaria adagiarlo sul piano dal lavoro, formare un panetto e avvolgerlo nella pellicola trasparente e riporre in frigo per almeno 30 minuti.

 

COMPOSIZIONE DEL DOLCE:

Trascorso il tempo di riposo, togliere la frolla dal frigo dividerla in due panetti e col mattarello stenderne uno ottenendo uno spessore di 1 cm circa, avvolgere la frolla nel mattarello e adagiarla su uno stampo rotondo.

Fatta questa operazione, far andare avanti e indietro il mattarello per tagliare perfettamente la pasta e conservare i ritagli.

Bucherellare bene la superficie con i rebbi di una forchetta.

Adagiare la crema pasticcera sulla frolla e livellare bene con una spatola.

Stendere l’altra metà di pasta frolla avvolgerla come prima nel mattarello, riporla delicatamente sulla crema per coprire la torta.

Con le dita unire i due strati di pasta, bucherellare ancora per evitare che la frolla si gonfi durante la cottura, e se si desidera, con l’aiuto di un cucchiaino fare dei decori.

Con i ritagli avanzati creare delle piccole formine da adagiare sulla torta, infine disporre su tutta la superficie i pinoli.

Mettere in forno preriscaldato a 160° per 50 minuti.

Sfornare e lasciare raffreddare completamente a temperatura ambiente e servire.


Lascia un commento

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami